I Istituto Comprensivo Cassino > News > Che esperienza…. la Nave della Scienza!
Ultima modifica: 27 maggio 2018

Che esperienza…. la Nave della Scienza!

Entusiasmante è stato il viaggio d’istruzione a Barcellona sulla “Nave della Scienza- Atelier Creativo Scientifico” dal 7 all’11 maggio 2018 che, per il secondo anno consecutivo, ha visto coinvolti gli alunni delle classi seconde (A, B, C, D, F, H, I) della Scuola Sec. Di I grado “G. Di Biasio” accompagnati dai docenti: Alina Bisogno, Annalisa Celani, Giulio Mastronardi, Veronica Piacentini e Marisa Rea. Imbarcatisi a Civitavecchia insieme ad altri 500 allievi provenienti dalle Scuole Secondarie di Primo Grado di tutta Italia, i nostri studenti hanno vissuto un’esperienza unica ricca di forti emozioni e di momenti altamente formativi. A bordo della nave Grimaldi Lines “Cruise Roma” hanno preso parte a laboratori e sperimentazioni didattiche innovative che abbracciavano diversi ambiti disciplinari e scientifici: fisica, scienza della terra, energia, biologia. Coding, attività interattive con il robot umanoide “Faustino”, schede Arduino e Theremino, Shield, sensori, componenti elettronici che hanno permesso di realizzare veri e propri progetti didattici e pannelli interattivi in un ambiente tecnologico, come descritto nel manuale SchoolKit predisposto dal MIUR, sono stati i laboratori più coinvolgenti. Una volta a terra, gli allievi hanno visitato la splendida città di Barcellona con l’ausilio di una guida turistica: la città vecchia e l’avvenieristica città nuova; La Rambla e la Boqueria; il lungomare (La Barceloneta); lo Stadio Olimpico. Hanno ammirato le opere più significative dell’architetto catalano Antonio Gaudì (La Sagrada Familia, Casa Milà, Casa Battlo, Parc Guell) e del pittore catalano Joan Mirò (Fundaciò Joan Mirò, Parc Joan Mirò). Hanno gustato i piatti tipici della loro cucina. Le attività scientifiche svolte a bordo, inoltre, sono state integrate, durante la permanenza a Barcellona, da una visita al Museo della Scienza-Cosmo Caixa, che, in maniera interattiva, mette a disposizione dei visitatori una serie di mostre temporanee e permanenti allo scopo di avvicinare la scienza a tutti coloro che lo desiderano. Tra gli spazi e le esposizioni più singolari del museo c’è sicuramente il Bosc inundat (Foresta allagata), che ricostruisce un ecosistema amazzonico all’interno di un terracquario di mille metri quadrati e ospita specie animali e vegetali tipiche della zona (compresi piraña e coccodrilli!). Da non dimenticare infine, il suggestivo spettacolo serale della Fontana Magica di Montjuic dove al tramonto quasi per magia i ragazzi hanno ammirato l’acqua della fontana sgorgare a ritmo di musica insieme alle luci che cambiano colore. Un’ esperienza unica che ha offerto loro la possibilità di arricchire il proprio bagaglio formativo in linea con le indicazioni del MIUR sugli “Atelier creativi e laboratori per le competenze chiave” (azione #7, pag.50 del PNSD-Piano Nazionale Scuola Digitale) attraverso attività didattiche ad alto contenuto scientifico e tecnologico unitamente a momenti condivisi di svago e di sano divertimento. Hasta la vista!

Galleria immagini