I Istituto Comprensivo Cassino > News > Cineforum “Cinema per integrare” – Progetto Continuità
Ultima modifica: 14 gennaio 2018

Cineforum “Cinema per integrare” – Progetto Continuità

 

Ha suscitato molto interesse negli allievi del nostro Istituto la visione del film “Temple Grandin – Una donna straordinaria” nella mattinata di venerdì 15 dicembre presso l’Auditorium della Scuola Sec. di I grado “G. Di Biasio” sul tema della diversità nell’ambito del Progetto Cineforum “Cinema per integrare”.  Il Film del 2010, diretto dal regista Mick Jackson, racconta la vita di Temple Grandin, una donna affetta da autismo che ha rivoluzionato il trattamento degli animali negli allevamenti di bestiame in America. L’originalità di questa pellicola è dovuta al fatto che i ragazzi delle classi quinte della scuola Primaria “Pio Di Meo” – 5^A, 5^D, 5^E- e della Scuola sec. di I grado “G. Di Biasio” – 1^A 1^B, 1^C, 1^D, 1^E, 1^F, 1^H, 1^I, 3^A, 3^C –  hanno avuto la possibilità di avvicinarsi a una patologia così complessa e particolare attraverso gli occhi, le emozioni e i pensieri della protagonista, affetta da sindrome autistica.  La visione del film è stata introdotta dall’intervento della dott.ssa Laura de Fabritiis, vicepresidente dell’Associazione Liberautismo e della dott.ssa Roberta Valerio, psicologa dello SportellAutismo del nostro Istituto, esperta in Analisi Comportamentale Applicata nel trattamento di bambini affetti da Sindrome dello Spettro Autistico. In particolare la dott.ssa de Fabritiis ha parlato soprattutto perché madre di Lorenzo un ragazzo di 18 anni affetto da autismo. Le sue parole, dettate dalla conoscenza diretta della patologia, sono state così sentite e coinvolgenti che i ragazzi hanno subissato di domande la dott.ssa De Fabrittis alla fine della proiezione del film che ha fatto riflettere i presenti sull’elemento che caratterizza il film e cioè come Temple guarda le cose: pensa per immagini e le mette in relazione. Quando fa i collegamenti con la sua memoria fatta di connessioni visive, viene mostrato come sia in grado di risolvere i suoi problemi attraverso le immagini.  Nel complesso, il film, in quasi due ore, ha immerso i giovani spettatori e le loro insegnanti, nella vita di una donna davvero straordinaria, lasciando tutti con il desiderio di conoscere ancora più dettagliatamente la biografia della protagonista che attualmente è una sessantenne americana con due lauree una in Psicologia e una in Zoologia, un master in Scienze Animali, è una tenace attivista del  movimento in tutela dei diritti degli animali e delle persone con autismo. Inoltre, è ricercatrice e professoressa presso la Colorado University.