Ultima modifica: 27 luglio 2015

Scuola amica

Il Progetto Pilota nell’ambito del programma “Verso una scuola amica”, fortemente voluto dal Miur e dall’Unicef Italia ha lo scopo  di promuovere la conoscenza e la valorizzazione della convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza nel mondo della scuola.

Esso mira ad attivare processi che rendano le scuole medesime luoghi fisici e relazionali nei quali i diritti dei ragazzi siano concretamente vissuti e si realizzi un ambiente a loro misura.

La preposizione “verso” evidenzia (e questo protocollo lo sottolinea) che si tratta di un percorso verso una scuola dove tutti possano “star bene”, di un cammino che continua nel tempo. Si propone infatti un progetto aperto, che tende ad adeguarsi alla straordinaria rapidità delle trasformazioni che caratterizzano la nostra epoca e che richiedono grande versatilità e duttilità nel costruire nuove letture e interpretazioni del reale, nonché nuove strategie di azione.

L’attestazione di “Scuola Amica” che viene rilasciata testimonia il percorso intrapreso di conoscenza, valorizzazione e traduzione pratica dei diritti contenuti nella citata Convenzione.

Questo progetto pilota è in linea con le indicazioni per l’insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione” in cui si evidenzia come l’educazione alla cittadinanza e alla costituzione, alla partecipazione e alla cultura della legalità costituisca parte integrante dell’apprendimento, una dimensione trasversale di tutti i saperi, nonché una premessa culturale indispensabile a tutte le discipline di studio e a tutte le attività ad essa connesse.

Pertanto promuovere una partecipazione responsabile alla vita della scuola e della comunità scolastica, in stretta relazione con quanto indicato dallo Statuto dei diritti e dei doveri delle studentesse e degli studenti, dalle indicazioni per la stesura del Patto educativo di corresponsabilità e del regolamento di istituto, significa offrire l’opportunità di fare esperienze “concrete” delle competenze necessarie per l’espressione di una cittadinanza attiva, efficace e responsabile.

In particolare lo sviluppo, nei nostri giovani, del senso critico e delle capacità di riflessione,le abilità di comunicazione, di cooperazione, la partecipazione sociale costruttiva, l’integrazione sociale e il senso di appartenenza alla comunità sono gli obiettivi che vanno perseguiti con grande impegno.